Il Nuovo Ticino7. Settimanale della Svizzera italiana.

L'edizione corrente

di Giancarlo Fornasier

Magie pasquali

Leggi l'epaper
Edizione Nr. 15 14 aprile 2017

Nelle scorse settimane in alcune scuole dell’infanzia (per esempio, a Biasca) il periodo di Quaresima è stato un’ottima opportunità per scoprire la magia della vita. In una società che inesorabilmente si allontana dai cicli della natura, dai ritmi degli animali e dal mutare delle stagioni – sempre che queste ancora siano distinguibili –,
i bambini si sono presi cura di alcune uova fecondate che, negli scorsi giorni, si sono schiuse. Il regalo è stato tra i più inaspettati: dentro non vi era il classico uovo sodo e nemmeno il giocattolino di plastica «usa & getta», ma splendidi pulcini che hanno rotto e si sono liberati del guscio che per settimane li ha protetti. Una metafora della vita che non necessita di molti commenti. Certo, capire sino in fondo quale enorme magia e quale mistero si celi dietro a proteine, minerali e vitamine che «da sole» sono in grado di generare un essere vivente potrebbe risultare difficile anche a un adulto ben istruito, figuriamoci per dei bimbi di 4 o 5 anni d’età. Ma l’esperienza, anche se inconsciamente, lascerà un segno nelle loro coscienze: ora sanno che la vita può nascere anche da cose apparentemente inanimate, e che la Pasqua (al di là di qualsivoglia fede religiosa) non significa solamente negozi strabordanti di gustoso cioccolato.

Seguici sui social

Le nostre rubriche