Il Nuovo Ticino7. Settimanale della Svizzera italiana.

L'edizione corrente

di Giancarlo Fornasier

Figli delle stelle

Leggi l'epaper
Edizione Nr. 29 21 luglio 2017

Ricordate le crociere? Sino a un paio di decenni or sono erano scelte da persone benestanti, e con il prezzo di una settimana in cabina ne potevi trascorrere almeno tre in un albergo 4 stelle, al mare. Poi il settore si è trasformato, adattandosi alle contingenze economiche; si sono costruite navi sempre più grandi permettendo così alle compagnie di abbassare notevolmente i prezzi. Le crociere ora sono accessibili ai più, con pacchetti-vacanze competitivi rispetto alle classiche proposte estive. Inoltre, ci si può imbarcare tutto l’anno, anche grazie alle molte città e destinazioni toccate in pochi giorni. Ma nell’era del turismo di massa anche le grandi navi creano qualche grattacapo: l’invasione di crocieristi a Venezia (oltre ai problemi legati al loro ingombrante passaggio in laguna) sono uno degli esempi più citati. Risvolti negativi e del tutto prevedibili, ma sui quali ancora prevalgono altri interessi.
Avverrà lo stesso col turismo spaziale? Come apprendiamo dalla storia di copertina, oggi i prezzi per poter passeggiare nello spazio rimangono «stellari», ma negli intenti di chi li propone vi è la volontà di allargare il bacino dei potenziali clienti. Vuoi vedere che nel 2117 sarà più caro il biglietto che permetterà di sgambettare tra le calli piuttosto che saltellare leggeri sulle sabbie lunari?

Seguici sui social

Le nostre rubriche