Il Nuovo Ticino7. Settimanale della Svizzera italiana.

L'edizione corrente

di Giancarlo Fornasier

Corto è meglio

Leggi l'epaper
Edizione Nr. 50 15 December 2017

Per celebrare il solstizio d’inverno (il giorno più corto dell’anno), giovedì 21 dicembre a partire dalle 23.40 la RSI propone su LA 2 un tuffo nel magicomondodel cinema «breve».Unappuntamento che vuole sottolineare l’importanza di questo formato cinematografico così particolare e sorprendente, da sempre trampolino di lancio per gli autori di domani,mautilizzato volentieri anche da registi di grande esperienza e spessore. Sono sei e assai diversi i cortometraggi svizzeri originali proposti in questa serata, tra pianti e risate, commedia e dramma, sogni e realtà: dall’esistenziale Carta bianca (2015) di Maurizio Donati, al divertente Oltre il confine (2016) di Daniele Lucca, all’intimo Il tuffo (2015) di Antonio Ballerio e Joseph Korbes.O ancora Fin du Vac, opera del 2015 di Giovanni Greggio (nell’immagine): ambientato nel 1849, narra di un duello organizzato tra due paesini di montagna, separati solo da una linea di confine, per risolvere una disputa territoriale che potrebbe sfociare in tragedia. Uno dei campioni è lo scemo del villaggio, costretto suo malgrado a diventare un eroe e rischiare la vita per la nazione, il suo paese... eunpascolo di mucche. I cortometraggi saranno disponibili anche online su «Play RSI» fino al 28 dicembre.